Coccolarsi un po'

Aggiornato il: 21 gen 2019

Piccoli gesti settimanali per prendersi cura di sé


Un paio di volte a settimana mi dedico alla cura del mio viso con qualche accortezza in più. Fermo restando che quotidianamente è importante seguire una routine di pulizia, è altrettanto importante ritagliarsi del tempo per qualche trattamento aggiuntivo che possa pulire più a fondo. Lo so, la sera siamo stanche dopo una giornata frenetica di lavoro, però è un guadagno di lungo termine. Prima di tutto è fondamentale struccarsi ogni sera!


In questo post vi farò una piccola carrellata di prodotti che utilizzo nella mia routine a partire da ciò che uso per struccarmi.


Fase 1: struccarsi

Col passare del tempo ho imparato a conoscere meglio la mia pelle e a capirla un po' di più. A volte rimango basita per come reagisce ma, giorno per giorno, conosco sempre qualcosa di nuovo e di utile per poterla aiutare al meglio. Ho passato diverse fasi in fatto di struccanti. Inizialmente usavo il latte detergente seguito da un tonico (dal Garnier al Neutro Roberts). Successivamente ho utilizzato uno struccante delicato della Avene, poi il sapone struccante di Bottega Verde, per passare infine all'olio/balsamo struccante (Shiseido e Biofficina Toscana). Attualmente utilizzo la saponetta struccante BioAlkemilla. Devo dire che tra tutti questi tipi di prodotti, quelli che hanno soddisfatto le mie aspettative, ad oggi, sono gli ultimi tre menzionati. Credo che anche il sapone struccante Bottega Verde sia un prodotto molto valido se pur non adatto al mio tipo di pelle. Tende infatti a seccare troppo.


Fase 2: tonico

Dopo aver struccato la pelle è sempre consigliabile applicare un tonico per eliminare eventuali residui e iniziare a dare alla pelle quell'idratazione necessaria per poter applicare i successivi prodotti. Da ragazzina usavo molto la linea per pelli grasse di alcuni grandi marche che però, a lungo andare, hanno prodotto l'effetto opposto: la mancanza di idratazione e la successiva eccessiva produzione di sebo. Oggi tendo ad utilizzare prodotti idratanti con la tecnica del tamponamento con le dita. Molto utile è anche l'acqua termale.


Fase 3: scrub

Generalmente questa fase per me corrisponde a quella della crema idratante per la notte ma, quel paio di volte a settimana in cui faccio una pulizia più profonda, mi preoccupo di applicare uno scrub viso delicato. In questo caso utilizzo un prodotto esfoliante acquistato nelle profumerie La Gardenia Si tratta di una crema esfoliante delicata di Maison Bio, al baobab con microgranuli naturali. Dopo la sua applicazione faccio qualche massaggio circolare sulle guance, il mento, il naso e soprattutto la fronte. Risciacquo con un dischetto di cotone e acqua fresca e poi passo alla fase 4.




Fase 4: la maschera

Anche qui, col passare del tempo, ho un po' perfezionato la mia tecnica. Prima utilizzavo una maschera totalmente errata per il mio tipo di pelle: quella all'acido glicolico. Sono passata poi a quella all'argilla rosa di Clarins per finire ora con una maschera delicata PHB all'avocado e camelia, acquistata tempo fa sul sito Ecco Verde. La lascio in posa 15 minuti e poi rimuovo con un dischetto di cotone imbevuto di acqua fresca.


Fase 5: la crema

La mia fase 5 varia di volta in volta perché tendo ad alternare le maschere in tessuto alla crema idratante. Faccio in questo modo perché le maschere in tessuto sono generalmente ricche di prodotto e, al termine dei minuti di posa, l'eccesso di prodotto tendo a spalmarlo con le dita sul viso ad idratare. L'ultima volta invece ho utilizzato una crema idratante Shiseido, ottima per le pelli soggette ad arrossamenti.


Ho cercato di essere molto essenziale e rapida nelle descrizioni. In 30 anni ho imparato a variare i prodotti per evitare l'assuefazione della pelle, così come faccio per i capelli e addirittura con i medicinali! Di conseguenza le mie 5 fasi non sono sempre le stesse. A volte ad esempio, ho poche imperfezioni che mi consentono di utilizzare la maschera nera al carbone. Altre volte invece uso la maschera all'argilla per i punti in cui la pelle è più oleosa. Insomma, l'esperienza aiuta molto. Posso solamente consigliare di ascoltare la propria pelle e aiutarla mantenendola pulita e idratata.


Per chi avesse voglia e tempo, consiglio la routine quotidiana che utilizzano le donne coreane. Si tratta di una routine di 10 step che prevede molti passaggi. Ecco a voi un link apposito: https://sokoglam.com/pages/the-korean-skin-care-routine.


E voi? Che prodotti usate di solito?

Al prossimo post.

SM

0 visualizzazioni
Scrivimi

Seguimi sui social!