Il matrimonio di design di Arianna e Nicola

Sposarsi con un certo stile.....moderno!

Lo so, ultimamente non faccio che mostrarvi foto di matrimoni, di ricevimenti di nozze, di bouquet. Che mi stia reinventando come wedding planner? Chissà... La vita riserva sempre delle sorprese, no? E allora sono pronta a farmi sorprendere! Nel frattempo voglio raccontarvi del matrimonio di una cara coppia di amici che c'è stato lo scorso 29 settembre a Pistoia e per il quale ho testato un nuovo tipo coinvolgimento "lavorativo" in qualità di coordinatrice della giornata.

Chi mastica un po' di event planning sa che ci sono diversi tipi di evento e ognuno ha, al suo interno, diverse modalità di coordinamento. La wedding planner può essere coinvolta subito nell'organizzazione (come è stato per il matrimonio di Lara e Simone di cui ho parlato in questo articolo) oppure a più fasi di tipo consulenziale (come ho fatto al matrimonio di Caterina e Lorenzo di cui vi ho parlato qui) o ancora nel coordinare il giorno stesso delle nozze in base a quello che gli sposi hanno definito com'è stato il 29 settembre scorso. La chiesa scelta per la cerimonia religiosa è stata la Chiesa di San Benedetto di Pistoia mentre il ricevimento si è tenuto presso la Fattoria Settepassi di Ponte Buggianese.

Dopo la proposta di matrimonio fatta a Parigi all'ombra della Tour Eiffel lo scorso Marzo, gli sposi si sono dedicati all'organizzazione del loro matrimonio con la voglia di creare qualcosa in linea con i loro gusti che potesse sorprendere tutti noi ospiti. E devo dire che il tempo da allora è volato e siamo arrivati a parlare dei dettagli del grande giorno e del mio conseguente coinvolgimento organizzativo, appena una settimana prima del grande evento.


Il crescendo di emozioni

Prima di soffermarmi sui dettagli stilistici dell'evento mi piace raccontarvi l'insieme di emozioni che abbiamo vissuto con gli sposi in questo grande giorno.

Si dice che finché non si arriva al momento clou non si ha idea di cosa significhi vivere le emozioni. E in effetti è così! Ad oggi ho partecipato a diversi matrimoni di amici, gli ultimi anche dal punto di vista organizzativo. Ogni matrimonio porta con sé emozioni diverse, tutte positive e gioiose. Negli ultimi giorni prima del matrimonio ho ripensato a quanto fosse stato bello veder nascere il loro amore e vederlo crescere quotidianamente. Poter dire "io c'ero e ho fatto il tifo per voi sin dal principio!" racchiude il vero senso dell'amicizia e mi emoziona pensare a tutto il percorso che hanno fatto insieme con me e tanti altri amici a camminare in parallelo accanto a loro. Vedere Arianna e Nicola dirsi di sì e unire le loro vite in un cammino ancora più vicino è stato bellissimo.


Il giorno prima del matrimonio

Con questo mix di sentimenti ed emozioni arriviamo al giorno prima del matrimonio: il 28 settembre. Nicola molto agitato e con la voglia di tenere tutto sotto controllo (Nico sei un osso duro: è stato impossibile tenerti a bada!) ha voluto fare un check di tutto ciò che ci sarebbe stato da fare l'indomani, quello che io chiamo recap. Dopo esserci visti in chiesa sono passata dalla sposa a prendere le ultime cose e dove mi sono trovata in un'atmosfera più rilassata: Arianna radiosa e con una notevole tranquillità (anche se la sua giornata so essere stata molto movimentata). Ho ripercorso mentalmente la mia to do list tantissime volte per essere certa di non aver dimenticato niente.


Il 29 settembre

Come sempre la mia sveglia è suonata presto e, insieme a me si è svegliata anche la mia ansia. Dopo aver gestito delle piccole questioni organizzative tra la fiorista e il coordinatore della location, mi sono recata in chiesa dove in poco tempo è arrivato lo sposo. Bellissimo ed emozionatissimo.... ha iniziato a controllare che tutto fosse a posto!!! Credo di poter dire che questo sia stato il matrimonio dove il mio "è tutto pronto e andrà benissimo, stai tranquillo!" non è servito a niente....

Di lì a poco è partito il corteo nuziale con in testa i testimoni disposti su due file, poi il papà dello sposo insieme alla mamma della sposa e infine le damigelle e i paggetti. Ultima ad entrare la sposa, bellissima e splendente nel suo abito bianco, con tulle e ricami in pizzo. Il suo sorriso radioso non faceva trasparire commozione (che poi è arrivata ovviamente). Se ripenso al corteo nuziale mi vengono in mente due cose:

  1. Far fare il corteo nuziale a bimbi piccoli è una vera impresa but I've done it!

  2. Far capire a persone che arrivano a caso e che si frappongono tra il portone esterno e quello interno alla chiesa, che lì non possono stare (perché sta per entrare la sposa) non è semplice but we've done it! ✔


Il tema e gli allestimenti

Il tema scelto è stato quello del design, di tipo moderno. Ogni dettaglio è stato pensato in maniera minuziosa per essere inserito nel contesto del tema scelto. L'emblema di questo tema, a mio avviso, è rappresentato dal tableau de mariage che ha riprodotto fedelmente, sia nelle forme che nelle dimensioni, la famosa Lampada #Arco dei designer italiani Pier Giacomo e Achille Castiglioni. Dall'arco della lampada scendevano i nomi dei vari tavoli, anch'essi ispirati ad oggetti di design: Lampada Nesso, Pratone, Sedia Panton, Lampada Atollo, Lampada Bourge, Poltrona Barcellona, Poltrona Lady, Caffettiera 9090, Poltrona LC4, Poltrona LC2, Arco Flos, Sacco Zanotta, Thonet 14, Lampada Eclissi, Sedia Rossa/Blu, Sofà Bocca, Caffettiera La Conica, Poltrona Proust, Spremiagrumi Juicy Salif, Leica III C. Il tutto ripreso anche nella mise en place dove vi era un tappo di design a forma di cuore a fare da segnaposto. Che dire poi del cake topper? Due statuine bianche con due sposi stilizzati ed elegantemente moderni. Molto fine e di buongusto!

Il tema moderno si è rispecchiato anche nell'app Sam Said Yes! che gli sposi hanno invitato a scaricare su smartphone e tablet per condividere le foto della giornata. L'applicazione consente, tramite codice QR, di essere inseriti all'interno di un evento, in questo caso il matrimonio di Arianna e Nicola, e caricare le fotografie del giorno nella bacheca condivisa. In tal modo gli sposi possono avere tutte le foto fatte dagli ospiti, che sono sempre un bellissimo ricordo. Complimenti ragazzi!


Le mie considerazioni

Festeggiare l'amore è sempre una cosa bellissima, soprattutto quando si tratta di quello di due cari amici come Arianna e Nicola. Non posso che augurar loro di percorrere una strada sempre mano nella mano e di affrontare la quotidianità con la voglia di essere sempre l'uno accanto all'altra, con complicità e rispetto reciproco. Abbiamo vissuto una giornata splendida e abbiamo assaporato l'amore in tutte le sue salse! La pianificazione del matrimonio è stata davvero minuziosa e pensata nei minimi dettagli, ogni cosa si è incastrata perfettamente nella cornice della giornata. Affidarmi il coordinamento per me ha rappresentato una cosa: fiducia. E di questa fiducia sono grata perché significa riuscire a trasmettere sicurezza ed essere professionali.


Individuare cinque momenti del cuore non è cosa semplice. Ecco cosa la top five:

  1. Cantare il salmo in chiesa

  2. Sistemare l'abito di Arianna e il velo prima dell'ingresso in chiesa

  3. La mamma della sposa che saluta Nicola prima dell'inizio del corteo

  4. L'ingresso in chiesa del piccolo Tommaso con il cuscino delle fedi in mano

  5. L'emozione negli occhi di Arianna e Nicola nel vedere il flashmob che avevamo organizzato per loro

Vi lascio una piccola gallery:

Buona vita insieme amici!

Al prossimo post.

SM



0 visualizzazioni
Scrivimi

Seguimi sui social!