Inquinamento domestico: 5 aiuti dalla natura per combatterlo

Sappiamo davvero cosa si cela all'interno delle nostre case?

Uno dei luoghi più sicuri, sotto molti punti di vista, è senz'altro l'ambiente domestico. Ci impegniamo quotidianamente a tenerlo in ordine, per quanto possibile, lo abbiamo pensato a nostro piacimento, lo consideriamo un porto sicuro dove stare con i nostri cari. Anche le nostre case però nascondono delle minacce che possono minare la salubrità degli ambienti che in essa si trovano. Ogni elemento presente, dagli oggetti di arredamento agli elettrodomestici, rilascia delle sostanze più o meno inquinanti nel corso del tempo. Questo determina una forma di inquinamento che viene definito in tanti modi: inquinamento indoor, inquinamento domestico e così via. Come dobbiamo comportarci allora?


Le principali cause di questo fenomeno sono da ricercare nelle sostanze chimiche che vengono rilasciate nell'aria. Non vado ovviamente ad analizzare il fenomeno dal punto di vista tecnico perché non ne sono titolata; dico solamente che, da una ricerca, sono riuscita a dare un nome a queste sostanze che vi vado a specificare: formaleide e composti organici volatili (VOC) sono i principali colpevoli. Questi nomi non ci dicono nulla se non specificati. Ecco allora che inserisco un dato in più: la formaleide è il principale conservante contenuto negli isolanti e, in generale, in tutto ciò che riguarda il mantenimento degli arredi e degli infissi. Anche i VOC, sostanze che vengono rilasciate nell'aria, sono contenuti in alcune vernici e in vari solventi. Non da ultimi, da annoverare tra le sostanze che inquinano l'aria delle nostre case ci sono i detersivi che, nel momento in cui vengono utilizzati, rilasciano sostanze volatili nell'aria in percentuali molto basse (se usati senza esagerazione).

Cosa fare allora?

Sicuramente leggere le etichette di tutto ciò che acquistiamo può aiutare nel capire quanto di chimico ci sia negli oggetti, nei tessuti e tutto ciò che utilizziamo quotidianamente. Ma non tutto è etichettato. Importante è far arieggiare le nostre case per evitare che si formino muffe (altamente dannose per la nostra salute), per favorire un giusto ricambio di aria (i momenti ideali per fare questo sono la mattina presto, la sera e, soprattutto, dopo i temporali, i momenti in cui l'aria esterna dovrebbe essere più pulita) e tenere in casa alcune piante che aiutano a pulire l'aria che respiriamo. Al contempo, per la pulizia delle case, possono essere utili i famosi rimedi della nonna, come l'utilizzo dell'aceto, del limone, del bicarbonato ad esempio. Oppure ancora diminuire con le quantità di detersivi usati e, magari, utilizzare gli oli essenziali (ho fatto un post proprio su questo argomento qualche tempo fa: se ti va di leggerlo clicca qui).


I rimedi naturali

Madre Natura viene sempre in nostro aiuto per darci una mano nelle varie situazioni che andiamo a creare e, in questo caso, ci ha dato una serie di piante da appartamento in grado di assorbire queste sostanze e aiutarci a tenere l'aria di casa un po' più pulita. Tra le varie piante a disposizione ecco le mie cinque preferite:

  1. Aloe vera: è una pianta dalle molteplici proprietà positive per il nostro organismo. Tra queste c'è quella di contribuire all'assorbimento della formaleide negli ambienti domestici;

  2. Sansevieria (detta anche Lingua di Suocera): contribuisce a pulire l'aria da diverse sostanze e, in piccole quantità, anche dalla formaleide; non necessita di particolari cure e fa il processo di fotosintesi anche notturna che consente di ripulire l'aria dall'anidride carbonica;

  3. Ficus Benjamin: è la pianta d'appartamento per eccellenza e, pare, che svolga un lavoro egregio nell'eliminazione della formaleide;

  4. Anthurium: anche questa pianta come la sansevieria contribuisce ad assorbire molte sostanze nocive dai nostri appartamenti. Personalmente ce l'ho e trovo difficoltà a farla sopravvivere in casa, sta meglio nel terrazzo esterno. Però proverò a rimetterla dentro casa, magari trapiantandola in un vaso più grande;

  5. Spatafillo: molto simile all'Anthurium come fiori (anche se non presenta un aspetto cerato) questa pianta è molto comune negli appartamenti e contribuisce ad assorbire diversi VOC dalle nostre case.

Di piante da appartamento utili a ripulire l'aria ce ne sono diverse, anche impensabili come ad esempio il crisantemo, l'edera o le orchidee. Certamente bisogna avere un po' di pollice verde per mantenere la pianta in buone condizioni e garantirne la sopravvivenza.

Io sto cercando di allenarlo questo pollice, sperando di riuscire!


E voi? Sapevate di queste proprietà delle piante?

Al prossimo post

SM


34 visualizzazioni
Scrivimi

Seguimi sui social!