Riviera del Conero, 5 motivi per visitarla

Aggiornato il: 17 lug 2019

Tra mare incontaminato e paesaggi mozzafiato

Staccare la spina dalla frenesia quotidiana è quello che serve per rilassare mente e corpo. Per questo motivo abbiamo deciso di prendere un paio di giorni per noi stessi e partire verso le Marche alla scoperta della Riviera del Conero. Abbiamo conosciuto un territorio incontaminato con paesaggi mozzafiato e spiagge bianchissime alternate da scogliere a picco sul mare.


Dove abbiamo alloggiato

Dovendo festeggiare una ricorrenza particolare (il nostro anniversario di matrimonio) abbiamo optato per un hotel 4 stelle, immerso nel parco del Conero: il Seebay Hotel a Portonovo. L'hotel è completamente inserito nel paesaggio naturale del territorio e offre tutti i comfort per potersi rilassare a contatto con la natura. Molto apprezzata l'acqua aromatizzata in reception, a disposizione degli ospiti per tutto i giorno (sapete benissimo quanto io adori fare le acque aromatizzate nel periodo estivo, ne ho parlato proprio qui). La struttura è moderna, recentemente riaperta dopo dei lavori, le camere climatizzate e gli spazi comuni sono vari e sparsi per tutto l'albergo. L'hotel è dotato di piscina e centro benessere di cui abbiamo usufruito il primo giorno. La spa è piccola ma dotata vasca idromassaggio, bagno turco, sauna, doccia emozionale e angolo tisane: abbiamo avuto la possibilità di godere per due ore della spa privatamente.

La nostra camera è stata una Superior, con terrazza esterna. Sinceramente per la tipologia scelta ci aspettavamo una camera un po' più spaziosa ma comunque è stata confortevole. Da notare un piccolo stendino esterno in cui poter mettere i teli mare e i costumi ad asciugare.

Al nostro arrivo in camera sono stata sorpresa da un bellissimo mazzo di fiori fatto appositamente fare per me da mio marito: peonie, fresie, roselline, lavanda, ortensie....insomma una meraviglia!

Nel complesso camera e bagno ben puliti: kit cortesia Co-Bigelow che veniva rifornito di giorno in giorno, teli bagno puliti e camera sempre sistemata in maniera impeccabile. Mi ha ricordato molto sia per la struttura che per i servizi, le camere di albergo negli Stati Uniti.

Uno dei miei momenti preferiti in vacanza è quello della colazione: inutile ribadire quanto io adori le colazioni degli hotel. La colazione è abbondante e variegata: forse un po' confusionaria nella sistemazione dei prodotti. Una grande pecca a mio avviso è la mancanza di prodotti da forno fatti in "casa" o presi da pasticcerie locali: un quattro stelle ha bisogno di questo tipo di valore aggiunto da dare ai propri ospiti. Le torte erano confezionate e il pane pre-congelato. A volte bastano delle piccole accortezze per rendere qualcosa davvero unico.


La spiaggia

Il percorso dall'hotel alla spiaggia più vicina, quella di Portonovo detta anche Baia Verde, è agilmente fattibile a piedi: si tratta di una passeggiata di pochi minuti che passa attraverso il Lago Grande, una riserva naturale dove vivono molte specie di uccelli, tartarughe marine e anatre. L'hotel è convenzionato con lo stabilimento balneare Bagnino Franco dove siamo stati tutto il giorno a godere del mare. La spiaggia è composta per lo più da ciottoli grandi e in acqua ci sono i sassi, non si tratta quindi di una spiaggia sabbiosa, ma questo non ha influito sulla nostra vacanza.

Le nostre cene

Per il giorno di arrivo abbiamo deciso di usufruire del servizio ristorante dell'hotel e abbiamo cenato alla carta al ristorante La Fonte: cibo ottimo anche se il servizio, probabilmente a causa di un matrimonio che si è tenuto in concomitanza, è stato un po' confusionario. Per la seconda cena, quella dell'anniversario di matrimonio, siamo stati alla Manifattura di Mare, un ristorante con una vista panoramica sul mare. Abbiamo mangiato molto bene, preferendo prodotti tipici del luogo. Devo dire che la cordialità dello staff è stata quel plus che ha reso incantevole la serata, accompagnata da musica al pianoforte dal vivo.

Porto Recanati

L'ultimo giorno di vacanza, dopo il check-out, abbiamo deciso di andare a Porto Recanati a fare una passeggiata e riprendere la strada del ritorno. Lasciata alle spalle la Riviera del Conero, siamo arrivati a destinazione in circa 40 minuti di auto. La cittadina marittima è molto carina e si sviluppa in pianura. La spiaggia sabbiosa sicuramente rende più agevole lo stare al mare. Credo che, quando torneremo da queste parti, faremo una capatina con sosta più lunga proprio in questa zona.


Vi lascio un piccola gallery della nostra vacanza, ma prima ecco i cinque motivi per andare nelle Marche e godersi il mare in estate:

  1. dalla Toscana si arriva in sole tre ore di macchina

  2. si può godere di un'acqua cristallina e di spiagge incontaminate

  3. i prezzi sono più bassi rispetto ad altre località turistiche e i livelli di servizio di buona qualità

  4. i moscioli e tutti gli altri piatti tipici del luogo

  5. apprezzare le bellezze della natura marchigiana, scoprendo un territorio incontaminato


Al prossimo post.

SM

28 visualizzazioni
Scrivimi

Seguimi sui social!