Ridisegnare gli eventi: 5 strumenti utili

Piccoli accorgimenti per ripartire con creatività

Chi lavora in settori relativamente nuovi e dinamici si trova a dover rimettere in discussione quotidianamente il proprio operato alla luce dell'evoluzione degli strumenti a disposizione.

Come abbiamo visto nel post precedente, il mondo degli eventi è attualmente fermo e in attesa di disposizioni precise e chiare su come ripartire (per chi si fosse perso l'articolo ecco il link).


Ridisegnare gli eventi è al momento la sfida che ogni organizzatore di eventi deve portare avanti per risollevarsi da questo periodo buio. Da un lato gli strumenti tecnologici, dall'altro idee creative possono fare la differenza.


Per lungo tempo il virtuale è stato demonizzato come qualcosa di estraniante dalla realtà. In parte è vero, in parte c'è da pensare che ciò che è virtuale avvicina chi è lontano. Visto sotto questo profilo, possiamo benissimo sfruttare la realtà virtuale a nostra disposizione e

progettare alcuni eventi online. Ci sono molti strumenti a disposizione: webinar e dirette da svolgersi live oppure strumenti di video-registrazione in remoto delle relazioni che poi potranno essere pubblicate/inviate live in un secondo momento attraverso un lavoro accurato di regia.


Eventi online quindi per ora, almeno quelli che è possibile svolgere in questo modo, come congressi, convegni, meeting di lavoro, conferenze stampa e simili.


Ecco allora i cinque strumenti che in questo periodo sono molto utilizzati dagli organizzatori di eventi per tenere le conferenze virtuali:


1. Skype: chi avrebbe immaginato che sarebbe tornato in auge? Può essere utile in caso di meeting di lavoro e può connettere fino a 25 persone in contemporanea, almeno la versione base del software. In alternativa c'è la versione a pagamento business che consente l'accesso fino a 250 partecipanti.


2. Microsoft Teams: altro software che consente le riunioni virtuali è questo, sviluppato sempre dalla Microsoft. Le potenzialità sono molteplici e non riguardano solamente la possibilità di collegare in contemporanea diverse persone in videochat/videochiamata. Questo strumento consente la creazione di un team di lavoro con cui condividere documenti e lavorare in contemporanea, anche sugli stessi files.


3. Google Meet. Similmente a Microsoft Teams anche questo strumento consente la creazione di gruppi di lavoro e di videoconferenze. Per poterlo utilizzare è necessario avere gli indirizzi email delle persone da connettere che riceveranno un invito tramite posta per prendere parte alla riunione.


4. Streamyard. Ha molte funzionalità ed è intuitiva e immediata. La versione gratuita è già di per sé molto completa e consente la connessione in contemporanea di 6 relatori. Non c'è bisogno di scaricare applicazioni ma si aggancia ai principali social per la diffusione. Consente ai relatori di connettersi tra loro prima della condivisione pubblica e si crea una sorta di backstage tra relatori in cui è possibile scambiarsi idee e opinioni durante le dirette, rimanendo in privato.


5. Zoom. Lo strumento maggiormente utilizzato in questo periodo di divieto di assembramenti è Zoom. Similmente a quelli elencati in precedenza, Zoom consente di connettere insieme tanti utenti e non è necessario scaricare alcuna applicazione sui propri device. Basta avere il codice del meeting e la relativa password per poter accedere. Molto utilizzato come strumento di webinar e lezioni online, consente la possibilità di chattare con tutti i partecipanti o singolarmente con determinate persone presenti, permette di "alzare la mano" e il relatore ha molte funzionalità per gestire l'incontro (o l'eventuale moderatore).

Gli strumenti elencati sono solamente alcuni a disposizione e sono certa che ce ne sono molti altri e tanti ancora devono essere lanciati sul mercato. Inoltre hanno molte funzionalità e per avere un elenco esaustivo e capire come possono venire incontro alle nostre esigenze, vi consiglio di leggere meglio le informazioni sui vari siti.


Come già detto sopra, queste applicazioni sono utili in caso di meeting, video-lezioni, webinar ed eventi lavorativi che prevedono dei relatori e una platea di ascolto. Non tutti gli eventi sono uguali e non tutti possono essere svolti in modalità online.


Al prossimo post.

SM




0 visualizzazioni
Scrivimi

Seguimi sui social!